Canonical ha ufficialmente rilasciato la versione 10.04.1 del famoso sistema operativo Ubuntu. Si tratta quindi del primo aggiornamento della versione rilasciata lo scorso aprile. Intanto si avvicina l’uscita prevista per il due settembre della release 10.10 beta1 e conseguentemente il rilascio della versione stabile prevista per il dieci ottobre (10/10/10 una data scelta non a caso dagli sviluppatori sud africani)
Logo_Ubuntu

Logo Ubuntu

Vediamo che cosa presentano queste due versioni:

Ubuntu 10.04.1 Lucid Lynx

Questa patch non porta nulla di nuovo a chi ha già installato ed aggiornato costantemente il s.o. di Canonical attraverso l’update manager. Al contrario sarà l’indirizzo di partenza per tutte le nuove installazioni di Ubuntu 10.04 scaricabili dal seguente link http://www.ubuntu-it.org/index.php?page=download.
L’aggiornamento prevede la correzzione di diversi BUG di sicurezza e sviste nelle procedure di installazione. Inoltre apporta alcune modifiche a MySQL, al setup in ambiente desktop ed al supporto per il file system Ext4.

Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat

Finalmente comincia ad avvicinarsi la data d’uscita della Beta1 del nuovo sistema operativo di Canonical. S.O. che testeremo immediatamente il giorno della sua uscita così da potervi dare tutte le nostre impressioni su quello che è diventato, ormai, un punto di riferimento per molti utenti linux.

Quello che ci balza subito all’occhio è l’interfaccia grafica rimasta alla versione 2.3 di Gnome. Al lancio di Ubuntu 10.10 la versione di Gnome prevista era la 3.0,tuttavia a causa dell’ennesimo slittamento dell’uscita, questa volta prevista per marzo 2011, si è optato per rispettare le date di uscita di Ubuntu e rimanere sull’ormai affidabile Gnome 2.3. Questo imprevisto porta la release di Ubuntu ad essere meno potente ed innovativa di quanto ci aspettassimo. Tuttavia le novità ci sono e mentre alcune ci entusiasmano, altre ci lasciano un po’ basiti. Cominciamo ad elencarle:

  • Ubuntu Software Center: questo è uno delle mie Feautures preferite. Nel pannello di gestione di USC è stato aggiunto il pannello “Cronologia” che ci permetterà di visualizzare in ordine cronologico i programmi installati e rimossi dal nostro computer.
  • Visualizzatore di Immagini: Canonical abbandona F-Spot e si dedica a Shotwell. Questo programma è in grado di raggruppare automaticamente le foto per data, supportare il tagging delle immagini e permettere l’editing di foto (rotazione, taglio, eliminazione degli occhi rossi e l’aggiustamento del bilanciamento del colore). Oltre a dare la possibilità di pubblicare le immagini su facebook, Flickr e PiCasa Web albums.
  • Windicator: questa feautures è una delle novità di più dubbia utilità e comprensione. Ma ne parleremo più avanti dato che nella attuale versione Alpha3 ancora non sono state implementate e di ciò che non si conosce e meglio non parlare.
  • Nuovo File System: Canonical sta lavorando al supporto del nuovo, e sperimentale, File system Btrfs. Questo file system potrebbe essere l’asso vincente per le future release di Ubuntu. Btrfs è particolarmente flessibile e garantisce una gestione innovativa dei sotto-volumi facilitando, così, il partizionamento del disco. Non indifferente sarà la possibilità di passare da ext3/ext4 a Btrfs senza perdita di dati!
  • Nuovo Menù audio: è prevista per la nuova relaese un nuovo menù audio. Tuttavia questo menù non è ancora stato implementato nella Alpha3, speriamo di vederlo nella Beta1.
  • Rimosso il programma Aptitude: Aptitude, per chi non lo conoscesse, è un semplice programma a metà strada fra synaptic e apt, che permetteva la selezione dei pacchetti di aggiornamento tramite un interfaccia grafica su terminale. Sarà comunque possibile installarlo ed utilizzarlo nella nuova relase ma data la sua natura “doppia” difficilmente verrà rimpianto dagli utilizzatori di Ubuntu.
  • Niente supporto a i386-i586: Qui veniamo al punto che mi ha lasciato letteralmente perplesso. Canonical ha deciso di non fornire più il supporto ai processori con architettura i386-i586 e di dedicarsi esclusivamente all’ottimizzazione delle CPU i686. Dove rimane quindi tutta la filosofia di Ubuntu? Nell’acquisto di nuove CPU? staremo a vedere come si muoverà Canonical verso chi dispone di macchine con vecchio hardware.
  • Unity: Ovvero il desktop per netbook e dispositivi mobili. Che renderà più semplice l’utilizzo di Ubuntu su netbook.

In conclusione: le innovazioni non sono tante e tuttosommato non giustificano nemmeno un eventuale upgrade alla 10.10, salvo possedere un netbook, specialmente considerato che la 10.04 verrà seguita dagli sviluppatori di Canonical fino al 2014 e che il nuovo file system Btrfs molto probabilmente non sarà selezionabile prima di un paio di Relese. Inoltre, ieri, è stata annunciata da Mark Shuttleworth l’uscita della 11.04 la quale dovrebbe contenere finalmente Gnome 3.0


Non ci resta che aspettare la Beta1 e vedere!
Advertisements